Utensili da Giardinaggio

Carriola: guida all’acquisto

La carriola fa parte di quegli utensili indispensabili in giardino, c’è da stabilire con cura quale conviene di più acquistare, per avere un utensile pratico da utilizzare e facile da manovrare.

Scegliere la carriola in base all’uso

La scelta della carriola, usata o nuova, deve essere determinata dalla natura degli oggetti che andrete a trasportare, dal tipo di terreno sul quale li trasporterete e dalla frequenza con cui ve ne servirete.

Carriola a una ruota

La carriola a una ruota, maneggevole, poco ingombrante e relativamente leggera, vi permetterà di trasportare praticamente tutti i tipi di attrezzi e materiali; potrà, quindi, trasportare fino alla compostiera i rifiuti vegetali prodotti con l’uso del tagliaerba. Con una carriola a una ruota potrete anche trasportare terra, ghiaia, sabbia, cemento… Sarà a tutti gli effetti adatta anche a lavori di giardinaggio come la muratura o il trasporto di pezzi ingombranti.

Attenzione però, una sola ruota significa anche essere più sensibile agli squilibri. Dovrete stare attenti dunque a distribuire il carico al meglio nella vostra carriola se avete intenzione di muovervi su un terreno accidentato, con qualche svolta particolarmente temibile. Inoltre, sarà meno adatta a circolare sulla terra rivoltata dal motocoltivatore o su terreni friabili.

Carriola a 2 ruote

La carriola a due ruote, meno agile ma molto utile per la sua stabilità, vi permetterà di trasportare qualunque tipo di carico in tutta tranquillità. Più stabile di un modello a una ruota (è praticamente impossibile ribaltarla su un lato!) ha però bisogno di più sforzo per avanzare. Sarà perfettamente adatta, ad esempio, al trasporto dei ceppi dopo i lavori di potatura con una motosega.

Bestseller No. 1
Arredo Stock Carriola 2 Ruote Nera, 240 Litri
  • Carriola da giardino robusta e pratica da 240 litri.
  • Struttura in acciaio zincato e vasca in resistente...
  • Ruote pneumatiche solide colore rosso.

Carriola a 3 o 4 ruote

Questo modello è più simile a un carrello che ad una carriola. Potrà rivelarsi utile nel trasporto di carichi molto ingombranti, ma il suo peso resterà un vero e proprio handicap. Difficile da maneggiare, bisognerà limitarne l’uso a superfici piane e regolari. Bisognerà anche stare attenti a non caricarla troppo, a rischio di non riuscire poi a spostarla.

OffertaBestseller No. 1
Carrello da giardino porta attrezzi ribaltabile con rimorchio a spinta in metallo inossidabile - Carriola da giardino a 4 ruote con portata max 250KG
  • Robusto telaio in metallo ad alta resistenza
  • Max. carico ammissibile: 250kg
  • Stabile asse doppio, che rende il carrello ribaltabile...

Carriola elettrica

La carriola elettrica si rivelerà un utensile eccellente per il trasporto di carichi pesanti senza sforzo o quasi, specialmente se si devono affrontare salite difficili. Abbiamo a che fare in questo caso con un attrezzo riservato ai professionisti. Dato il suo prezzo, proibitivo per un privato, sarà più giudizioso affittare la macchina in occasione di lavori importanti. Questo tipo di utensile avrà anche una buona autonomia (le più efficienti garantiscono anche fino a 10 ore di lavoro continuo).

Bestseller No. 1
Landworks ES231 - Carriola elettrica, portata fino a 230 kg
  • Velocità: avanti 0-5 km/h, indietro 0-3,5 km/h
  • Potenza: 48 V DC/500 W
  • Portata: 230 kg

I consigli di aTuttoGiardino.it

Sollevate la vostra carriola con le cosce, mai con la schiena. Se non soffrite già di particolari dolori, rischiate di pagare errori del genere a caro prezzo nel giro di qualche anno. Per una migliore impugnatura della vostra carriola, scegliete una carriola dotata di manici ergonomici antiscivolo.

Cercate per quanto possibile di dividere il carico “equamente” nella vostra carriola; in caso contrario, se doveste perdere l’equilibrio vi riuscirà molto difficile recuperarla. Per quanto riguarda le ruote, ognuna ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Da un lato le ruote gonfiabili vi assicureranno una comodità superiore ma potrebbero bucarsi, dall’altro le ruote piene saranno indistruttibili (e non sarà necessaria manutenzione) ma soffriranno di una minore maneggevolezza.

Se avete intenzione di portare carichi molto pesanti (fino a 300 Kg) scegliete una carriola con telaio rinforzato. Alcuni modelli saranno anche equipaggiati di traversine che ne migliorino la resistenza. Se dovete trasportare grandi quantità di materiali, ad esempio macerie, scegliete una carriola con vasca ribaltante abbastanza capiente; eviterete in questo modo di effettuare più volte il carico e lo scarico e gestirete al meglio i vostri sforzi.

Infine, sappiate che la stragrande maggioranza delle carriole oggi è dotata di una vasca in acciaio galvanizzato, ma che esistono anche modelli in resina molto più leggeri. Una carriola è un “apparecchio” quasi indistruttibile. Usato, anche dopo numerosi anni di duro, buono e fedele servizio, continuerà a fare il suo lavoro.

Scrivi un commento